La Chiesa di

Maria SS. di Loreto

Vairano Patenora

La storia della piccola chiesa
Sorge sul posto piu bello di Vairano, pieno di sole e di aria pura, nello spiazzale ai piedi del Castello, dove si gode un pano­rama incantevole. Su questo poggio sorge la chiesetta di S. Maria di Loreto.

Quando fu costruita? Se pensiamo che fin dal 1392 e fino alla metà del 1500 i Baroni di Vairano erano anche per la maggior parte Conti di Loreto e se consideriamo che alla fine del secolo XIII fu trasportata la Sacra Casa a Loreto e che nel 1468 iniziò la costruzione del celebre santuario ancor oggi esistente, viene spontaneo pensare che tra Vairano e Loreto vi fosse scambio di persone recanti messaggi e lo stesso spostamento dei Baroni e Conti in visita alle varie località avesse un seguito di cortigiani e fra questi capitò una volta un certo chierico Carpino Andrea di Vairano, il quale, al ritorno da una visita a Loreto, abbagliato dal sublime miracolo (non dimentichiamo che allora era credenza che la Casa fosse stata portata da Nazareth a Loreto, con una breve sosta in Dalmazia, direttamente dagli Angelil pensasse di costruire una chiesetta appunto per onorare la Madonna di Lore­to. Ai principii del 1500, ultimandosi i lavori del nuovo Castello, il Carpino dovette iniziare la costruzione della chiesa che aveva tre altari: l'altare maggiore e due laterali dedicati a S. Biagio ed a S. Antonio. Negli anni a venire scomparvero questi due, che fu­rono sostituiti, a cura di un tal Di Muccio Francesco, con altri dedicati uno alla S. Croce e l'altro alla Madonna del Carmelo.

Il Carpino la dotò di un campanile artisticò in puro stile goti­co con una campana dal suono squillante ed armonioso e di un alloggio per l'eremita, alloggio abitato fino a pochi anni or sono dalla famiglia di Riccitiello Pasquale che fu l'ultimo eremita, nonché di un piccolo oliveto da cui si traeva l'olio per la lampada perpetua del SS. Sacramento.

Molti di noi ricordano ancora l'eremita peregrinante per le varie masserie e per i paesi vicini, ma molto piu si ricorda l'acu­to suono di quella campanella che echeggiava per Vairano e per la sua campagna ad un'ora di notte per richiamare qualche ritar­datario sperduto o smarritosi. Questa campana ora si trova nel campanile della chiesa di S. Orsola. La chiesa fu interdetta il 2 ottobre 1922 dal Vescovo Licata perché il tetto era pericolante.
Oggi la Chiesa è stata completamente rimessa a nuovo grazie ad una generosissima donazione di un impreditore del circondario Vairanese, ed è stata riaperta al culto, vi si celebra messa tutte le domeniche Pomeriggio.



Notizie dalla diocesi

  • 06/05/17 News - Diocesi di Teano-Calvi


  • Notice: Undefined offset: 1 in /home/parsanba/public_html/footer.php on line 84

  • Notice: Undefined offset: 2 in /home/parsanba/public_html/footer.php on line 84

Notizie dalla provincia tramite

Torna a inizio pagina